top of page
stappo logo.tiff

via Beniamino Gigli 17/a Bologna
tel 0510879016 mob 3491717883

dal lunedì al sabato
dalle 11 alle 15
dalle 18 alle 24

Progetto senza titolo (12).png
Progetto senza titolo (12).png

PROGRAMMA DEGUSTAZIONI

prenotazioni:

stappobologna@gmail.com  tel 0510879016 mob 3491717883

 


 
sabato 24 febbraio
dalle ore 18.30 
LA NOTTE PRIMA DI SLOW WINE FAIR: 
aperitivo con il vignaiolo Francesco Cadinu e con i suoi vini


Francesco e Simonetta Cadinu dal 2015 portano avanti una tradizione vitivinicola di famiglia nelle campagne di Mamoiada, nel cuore della Sardegna, con competenza e grande rispetto del territorio, contando sul lascito dei vigneti tramandati da cinque generazioni familiari, che hanno dai 50, agli 80 e oltre 100 anni d’età!
Vigne che si estendono per 8 ettari, suddivise in 8 appezzamenti - che si differenziano tra di loro per esposizione, altitudine ed età – a loro volta suddivisi in ghiradas, che nella lingua locale sta ad indicare una porzione di vigna delimitata da muretti o da capezzagne (in francese sarebbe un cru o un clos). Francesco e Simonetta saranno da Stappo per raccontare del vivo tutto questo!
Saranno 4 i vini in degustazione: il Rosato Tziu Simone 2021, il Cannonau di Sardegna Perdas Longas 2021, il Cannonau di Sardegna Ghirada Elisi 2020 e il Cannonau di Sardegna Ghirada Fittiloghe 2020.
La formula di partecipazione all’aperitivo è semplice: l’assaggio di ogni vino costerà 5 euro, l’assaggio dei 4 vini costerà 16 euro.
Ognuno potrà abbinare ai vini i piatti e le preparazioni del giorno previste nel menù di Stappo.
È consigliata la prenotazione del tavolo
 
 
giovedì 29 febbraio
ore 20.30 
DEGUSTAZIONE VERTICALE: 
diverse annate del Collio Bianco di Edi Keber


Edi Keber è stato uno dei pionieri del vino di qualità nel Collio goriziano. Con intelligenza e acute lungimiranza ha portato avanti innovazioni importanti non solo per la sua cantina ma per l’intero territorio: ha condotto da sempre le vigne con modalità altamente sostenibili (da tempo biologica e oggi, grazie alla passione del figlio Kristian, con forti influenza biodinamiche), ha lottato per imporre una bottiglia particolare e riconoscibile per tutti i produttori del Collio e, soprattutto, da quasi vent’anni ha deciso di produrre un unico vino di territorio, il Collio Bianco, abbandonando tutte le etichette monovarietali.

Di questo vino assaggeremo dapprima 2-3 vini annate più giovani per poi aprire in sequenza le bottiglie del 2014, 2011, 2009, 2006 e 2004, con “gran finale” riservato invece al Tocai Friulano del 2001.

Piatto in abbinamento: il “nostro” frico tradizionale
Costo della serata, con piatto finale: 40 euro
Minimo 8 e massimo 20 posti disponibili, necessaria la prenotazione 
La degustazione si terrà solo con il raggiungimento del minimo di 8 partecipanti.

 

sabato 2 marzo
dalle ore 18.30 
APERITIVO CON UN VITIGNO: 
il Sauvignon, nelle sue diverse espressioni in Italia e nel mondo

 
Quindici etichette proposte in assaggio per cogliere l’essenza e le caratteristiche di un vitigno pregiato, il sauvignon blanc, declinato in diversi territori italiani - dall’Alto Adige al Molise… - oltre che in nazioni vitivinicole mondiali, come la Francia, la Nuova Zelanda, la Slovenia e altre ancora.
Un viaggio attorno al mondo per capire come le particolari note varietali di quest’uva (a cominciare dalla “mitica” pipì di gatto…) vengano espresse in maniera differente a seconda dei terroir di provenienza.

La formula di partecipazione all’aperitivo è semplice: l’assaggio di 3 vini costerà 12 euro, l’assaggio di 6 vini 22 euro, mentre l’assaggio “senza limiti” di tutti i vini costerà 35 euro.
Ognuno potrà abbinare ai vini i piatti e le preparazioni del giorno previste nel menù di Stappo.
È consi
gliata la prenotazione del tavolo 

 


 
martedì 5 marzo
ore 20.30 
DEGUSTAZIONE CON ANDREA MARCHETTI:
i miei vini e il mio concetto di vino naturale


Andrea Marchetti è un attore a 360 gradi nel mondo del vino artigianale e naturale italiano. Appassionatissimo da quasi 30 anni del liquido di Bacco, perlustrando in lungo e in largo lo Stivale alla ricerca di vini, cantine ed emozioni in vigna, esplorando e degustando tutto il possibile, da Tavernello a Romanée-Conti, avvicinandosi poi sempre di più al mondo del vino “fatto a mano”, ad aziende dalla dimensione perlopiù famigliare.
Non pago di questo e ricercando un ruolo sempre più attivo, successivamente si inventa due manifestazioni legate al vino artigianale, Vinessum prima e Back to the Wine poi, ottenendo risultati stupefacenti negli ultimi 10 anni. 
Ed infine l’ultimo, immancabile ed inevitabile passo: produrre vino con l’impronta più naturale e meno interventista possibile. Andrea seleziona parcelle ed uve e gestisce alcuni piccoli appezzamenti, con approccio biologico o biodinamico in due distinti territori: Brisighella in Romagna dove si concentra sugli autoctoni tradizionali, e sul Garda sud-orientale che si affaccia tra la zona morenica dei Colli Mantovani ed il Veronese, dove produce la sua linea più funky e sbarazzina.

Durante la serata, assieme ad Andrea, assaggeremo 8 vini, 4 prodotti a Brisighella e 4 provenienti dal territorio del Garda.
Piatto in abbinamento: polpettone di carne e verdure con purè di patate e rape rosse.
Costo della serata, con piatto finale: 30 euro
30 posti disponibili, necessaria la prenotazione 

 


 
 
giovedì 7 marzo
dalle ore 18.30 
LE GRANDI BOTTIGLIE DEL GIOVEDÌ:
Fontalloro 2013 di Felsina (in magnum)


In questa serata metteremo in mescita al calice – oltre alle altre etichette quotidianamente in lista – una grande bottiglia proveniente dalla nostra cantina personale, in questo caso doppiamente grande perché in versione magnum: il Fontalloro di Felsina, cantina storica e prestigiosa di Castelnuovo Berardenga, in provincia di Siena.
Sangiovese in purezza, Fontalloro è stato uno dei primi “supertuscans” a stupire i palati di tutto il mondo a cominciare dagli anni Ottanta, mostrandosi nei decenni successivi come una delle più rigorose e consolidate etichette di vino rosso toscano. 

Il calice da 0,10 lt. di Fontalloro costerà 10 euro: per avere certezza di assaggiarlo è consigliata la prenotazione (anche del tavolo) 


 

martedì 12 marzo
ore 20.30 
DEGUSTAZIONE ESCLUSIVA:
conoscere i territori di Bordeaux attraverso i suoi cru più pregiati


Bordeaux è da sempre l’indiscusso punto di riferimento della grande enologia mondiale.
Esempio unico al mondo, qui si accomunano grandi numeri a una qualità di livello medio straordinario.
Il vigneto bordolese è suddiviso in 3 zone principali: le Graves, il Médoc (a cui appartengono le famose denominazioni comunali di Pauillac, Saint-Julien, Margaux e St-Estèphe) e il Libournais, che comprende i due comuni storici di Pomerol e St-Émilion, oltre al territorio della Côtes de Bourg.

Con questa degustazione proponiamo un viaggio attraverso tutti questi territori con alcune etichette provenienti dai cru più pregiati e conosciuti di ogni zona.
In degustazione ci saranno:
Pessac-Leognan 2019, Château La Mission Haut Brion
Côtes de Bourg Maldoror 2019, Chateau Fougas
Pomerol Grand Cru Classé 2019, Chateau Clinet
St-Émilion Grand Cru Classé 2019, Château Troplong Mondot
Saint-Julien 3ème Cru Classé 2019, Château Lagrange
Margaux 1er Cru Classé 2019, Chateau Margaux
e infine la sorpresa di una vecchia bottiglia con circa venti anni alle spalle!
 
Piatto in abbinamento: manzo in salsa bordolese con patate fondenti.
Costo della serata, con piatto finale: 110 euro
Minimo 8 e massimo 11 posti disponibili, necessaria la prenotazione 
La degustazione si terrà solo con il raggiungimento del minimo di 8 partecipanti.
 


 
giovedì 14 marzo
dalle ore 18.30 
LE GRANDI BOTTIGLIE DEL GIOVEDÌ:
Rarity Pinot Bianco 2004 di Cantina Terlano


Una prerogativa della Cantina di Terlano sono le cosiddette “Rarità”, ossia bottiglie speciali di vini bianchi invecchiati, maturati per almeno dieci anni sui lieviti fini all’interno di cisterne d’acciaio in pressione. Ciò che più affascina di questi vini è la loro freschezza, un elemento che rende il Pinot Bianco - varietà che si presta alla perfezione a maturare a lungo in bottiglia - oltremodo avvincente, nonostante la sua veneranda età. 
In questa serata metteremo in mescita al calice – oltre alle altre etichette quotidianamente in lista - due bottiglie provenienti dalla nostra cantina personale della storica annata 2004 che – ne siamo più che sicuri - vi garantirà un’emozione unica!

Il calice da 0,10 lt. di Rarity Pinot Bianco costerà 10 euro: per avere certezza di assaggiarlo è consigliata la prenotazione (anche del tavolo) 

 


 
 
sabato 16 marzo
dalle ore 18.30 
APERITIVO CON UN TERRITORIO: 
tutti i vini del Carso italiano e sloveno

Durante la serata apriremo una buona dozzina di etichette per proporre in assaggio l’essenza di un territorio vitivinicolo così unico e particolare come quello del Carso, attraverso le sue varietà locali: vitovska, malvasia istriana e terrano.
Saranno vini provenienti da aziende che hanno vigneti e cantina nell’entroterra triestino (Kante, Zidarich, Castelvecchio, ecc.) e da altre che operano invece nel territorio del carso sloveno, come Stemberger, Côtar e Pietra di Marko Tavcar. 

La formula di partecipazione all’aperitivo è semplice: l’assaggio di 3 vini costerà 15 euro, l’assaggio di 6 vini 25 euro, mentre l’assaggio “senza limiti” di tutti i vini costerà 40 euro.
Ognuno potrà abbinare ai vini i piatti e le preparazioni del giorno previste nel menù di Stappo.
È consigliata la prenotazione del tavolo 

 


 
 
martedì 19 marzo
ore 20.30 
DEGUSTAZIONE con BANCA DEL VINO:
la storia di Prunotto attraverso i suoi cru di Nizza, Barbaresco e Barolo

 
Grazie alla collaborazione con la Banca del Vino di Pollenzo - che custodisce nelle sue cantine le bottiglie che andremo ad aprire in questa serata – riproponiamo un appuntamento con i grandi vini del Piemonte, nello specifico della storica cantina Prunotto di Alba.
Nata come cantina sociale nel 1904, poi passata nelle abili mani del viticoltore Alfredo Prunotto dopo la Grande guerra, dal 1989 l’azienda appartiene alla famiglia Antinori: una storia così ricca alle spalle non ha frenato la voglia di aprirsi alle novità, garantendo comunque di anno in anno vini equilibrati, bilanciati e di grande piacevolezza, vinificati con pochissimi interventi in cantina e affinati in botti grandi, per un’espressione fedele del terroir e delle varietà.

In assaggio – oltre a qualche sorpresa dell’ultima ora… - le tre etichette più rappresentative dell’azienda, proposte con l’annata al momento in commercio e con altre più mature e presentate dall’enologo Gianluca Torregno: il Nizza Barbera Costamiole, il Barbaresco Bric Turot e il Barolo Bussia.
Piatto in abbinamento: coniglio al Barbera con polenta
Costo della serata, con piatto finale: 45 euro
30 posti disponibili, necessaria la prenotazione 


 
 
giovedì 21 marzo
dalle ore 18.30 
LE GRANDI BOTTIGLIE DEL GIOVEDÌ:
Brunello di Montalcino Poggio al Vento Riserva 1995 di Col d’Orcia


Anche questo giovedì sera metteremo in mescita al calice – oltre alle altre etichette quotidianamente in lista - due “grandi bottiglie” provenienti dalla nostra cantina personale: si tratta di una delle etichette più conosciute del prestigioso territorio di Montalcino, la Riserva di Brunello Poggio al Vento di Col d’Orcia, storica cantina di proprietà della famiglia Marone Cinzano.
Un vino che negli ultimi decenni ha saputo dimostrare, con incredibile costanza, quanto sia buonissimo già alla sua uscita in commercio e quanto, al contempo, sia fantastico nelle sue espressioni mature, quando la bottiglia ha qualche lustro alle spalle.
In questa occasione apriremo due bottiglie dell’annata 1995, considerata al tempo a Montalcino degna del massimo riconoscimento delle 5 Stelle.

Il calice da 0,10 lt. di Poggio al Vento costerà 10 euro: per avere certezza di assaggiarlo è consigliata la prenotazione (anche del tavolo) 

 


 
 
martedì 26 marzo
ore 20.30 
DEGUSTAZIONE: 
Tutto quello che c’è da sapere sui vini dell’Etna!
(segue Gruppo di acquisto)


L’Etna è un territorio vitivinicolo che in passato ha sempre prodotto grandi vini, che però è balzato agli onori solo negli ultimi venti anni, grazie alla lungimiranza di alcuni pionieri che, venendo da altre zone d’Italia, hanno ri-scoperto la fortissima vocazione di questo fantastico comprensorio.
Oggi un percorso conoscitivo sui vini dell’Etna non può prescindere dalle differenze che esprimono i suoi vari versanti vitati: quello che proponiamo in questa serata è proprio un giro a tutto tondo della “a Muntagna”, andando a percepire le differenze espresse sia dalle uve bianche di carricante che da quelle nere di nerello mascalese.
Come già fatto mesi fa con i nebbioli del Nord Piemonte, assaggeremo i vini accompagnati da Franca e Marco, titolari della distribuzione “L’Enoteca”, che pur essendo di Modena hanno una passione e una conoscenza sterminata per i vini dell’Etna, territorio che hanno scandagliato anche di recente alla ricerca di qualche piccola e nuova realtà.

La serata darà l’opportunità di assaggiare i vini del successivo Gruppo di acquisto, con cui proporremo le etichette che più ci hanno convinto; riceverete comunque, qualche giorno dopo la degustazione, una mail con maggiori dettagli e informazioni specifiche su questo Gruppo di acquisto.

Piatto in abbinamento: Minestra di San Giuseppe (zuppa tradizionale siciliana)
Costo della serata, con piatto finale: 40 euro
30 posti disponibili, necessaria la prenotazione

 
giovedì 28 marzo
dalle ore 18.30 
LE GRANDI BOTTIGLIE DEL GIOVEDÌ:
Ribolla Gialla 2010 di Damijan Podversic

 
In questa serata metteremo in mescita al calice – oltre alle altre etichette quotidianamente in lista - due “grandi bottiglie” provenienti dalla nostra cantina personale.
Dopo gli assaggi (a febbraio) di Ribolla e Breg di Josko Gravner non potevamo che proporvi il vino del suo “primo” allievo, ovvero Damijan Podversic, che ha imparato tutto dal maestro per interpretare oggi la macerazione delle uve di Ribolla nella maniera, a nostro avviso, più convincente di tutte nel Collio goriziano.
Damijan è una vera forza della natura, capace di portare nel bicchiere tutta la forza del suo pensiero enologico unita alla grande eleganza che è capace di estrarre dalle sue uve di Ribolla.

Il calice da 0,10 lt. di Ribolla Gialla di Damijan costerà 10 euro: accanto a questa annata sarà possibile assaggiare anche una Ribolla Gialla più giovane, l’ultima uscita in commercio, sempre a 10 euro al calice. 
Per avere certezza di assaggiare i calici del 2010 è consigliata la prenotazione (anche del tavolo)



 
sabato 30 marzo
dalle ore 18.30 
APERITIVO A SORPRESA (come quella dentro l’uovo…): 
con vini bianchi “maturi” del Friuli e dell’Alto Adige

 
La sera della vigilia di Pasqua apriremo una quindicina di bottiglie per testare la maturità e l’evoluzione nel tempo di una serie di etichette prestigiose – di cui non vi diciamo il nome, altrimenti che sorpresa è… - prodotte in passato in Friuli Venezia Giulia e in Alto Adige. Vini che avranno tra gli 8 e i 15 anni di vita, capaci di mostrare la piena completezza che i vini bianchi di questi due prestigiosi territori vitivinicoli sanno garantire.
Evidentemente apriremo e testeremo queste etichette prima di proporvele, per scegliere il meglio di quello che “nasconde” la nostra cantina privata. 

La formula di partecipazione all’aperitivo è semplice: l’assaggio di 3 vini costerà 15 euro, l’assaggio di 6 vini 25 euro, mentre l’assaggio “senza limiti” di tutti i vini costerà 40 euro.
Ognuno potrà abbinare ai vini i piatti e le preparazioni del giorno previste nel menù di Stappo.
È consigliata la prenotazione

 
 

prenotazioni:

stappobologna@gmail.com  tel 0510879016 mob 3491717883


  iscriviti alla newsletter per ricevere il programma

  • Instagram
  • Facebook
  • TikTok
degustazioni
  • Instagram
  • Facebook
  • TikTok
corso di vino

CORSO di VINO

presto usciranno le nuove date

Un corso adatto a tutti: sia a chi muove i primi passi nel mondo del vino, sia a chi già se ne intende; un corso che promuove un approccio originale, con particolare attenzione ai concetti di piacevolezza organolettica e di sostenibilità ambientale. 

Ideato non per sommelier istituzionali ma per consumatori attenti, che vogliono avere strumenti validi e conoscenze utili per scegliere al meglio il loro vino quotidiano.

Si articola in sei lezioni della durata di due ore e mezza (una direttamente nel vigneto e in cantina), ciascuna delle quali prevede la degustazione tecnica di almeno 5 vini.


Il corso è interamente tenuto da Fabio Giavedoni, divulgatore, giornalista e per anni curatore della guida
Slow Wine.


Partecipanti: minimo 10 e massimo 18 persone.
Luogo: Stappo Via Beniamino Gigli 17/a Bologna
Tempi e modi: 5 serate
 dalle 20,00; e poi un sabato mattina per la lezione/visita in cantina.
Si concorderà con i partecipanti l’orario di inizio e la possibilità di cenare durante le lezioni.
Costo: 200 euro a testa (eventuale cena a parte)
Per info e prenotazioni scrivere a stappobologna@gmail.com o chiamare 
tel 0510879016 mob 3491717883

 

Programma del corso:

Prima lezione 

Terreno, clima, vitigno: il concetto di terroir.
Aspetti naturali e intervento dell’uomo: viticoltura convenzionale, biologica, biodinamica.
Esame organolettico: la vista.

Colore e stato evolutivo di un vino.

 

Seconda lezione 

Dalla raccolta dell’uva al vino.

La vinificazione: differenti tecniche di produzione.
Esame organolettico: l’olfatto.

Come si formano i profumi; i difetti principali di un vino.

 

Terza lezione 

Maturazione e invecchiamento del vino.

Il ruolo dei tannini e del legno.
Esame organolettico: il gusto.

Armonia ed equilibrio di un vino.

 

Quarta lezione

Vini frizzanti e spumanti: tecniche di produzione e classificazione.
Zone di tradizione.

Come si degusta lo spumante

 

Quinta lezione 

Classificazione dei vini in Italia e in Europa.

Come leggere l’etichetta.

Cenni sull’abbinamento cibo-vino.

Le temperature di servizio e la conservazione del vino in cantina.

 

Sesta lezione 

Visita a un’azienda vitivinicola selezionata dalla guida Slow Wine.

Percorso in vigna per approfondire gli aspetti naturali e l’intervento dell’uomo nella viticoltura.

Come osservare e valutare la biodiversità.

la possibilità di cenare durante le lezioni.

Costo: 200 euro a testa (eventuale cena a parte)

gda vino

 GRUPPI D'ACQUISTO

senza ordine minimo

(anche una sola bottiglia!)

iscriviti alla newsletter per ricevere i dettagli

su ciascun gruppo d'acquisto

EVNTI SPECIALI
Progetto senza titolo (16) copia 3.png

SAREMO PRESENTI CON IL NOSTRO FOOD TRUCK

logo nuovo collina.png
logo nuovo collina.png
bottom of page